Muore il lavoro a Taranto, città delle cattedrali nel deserto (Gazzetta del Mezzogiorno del 20 ottobre 2013)

Niente di nuovo. A Taranto muore il lavoro. Ma fa rabbia pensare sia la cronaca di una morte annunciata. Senza resurrezione. Siamo fuori dalle sfide globali. Chi finge sorpresa o minaccia sfracelli dovrebbe, invece, fare mea culpa. La crisi non era prevedibile in queste dimensioni, ma i danni si potevano sopportare meglio.

Bastava leggere i numeri, ai quali non si possono più opporre slogan. I numeri della Vestas e quelli del porto, per citare le vertenze alla ribalta della cronaca. Guarda caso due realtà produttive «verdi» contrapposte alla logica dell’acciaio inquinante, in anni «non sospetti».

Solo un miracolo può far tornare i 127 dipendenti Vestas a produrre turbine per pale eoliche: Taranto non conviene più ai danesi. Meglio la Spagna e i suoi incentivi. È la globalizzazione. Però se qualcuno avesse letto, non oggi, i report europei i quali attestano l’espansione del settore con migliaia di potenziali posti di lavoro, forse le cose sarebbero diverse. E avremmo un piano industriale (e magari aiuti europei) che inchiodavano Vestas a Taranto per i prossimi vent’anni. Oggi la politica piange o strepita. Solite lacrime di coccodrillo. Così al porto: senza una data certa per i lavori, la società Taranto container terminal (Gruppo Evergreen-Hutchinson) andrà via. Ma da quanti anni la politica tarantina si balocca coi lavori al porto?

Un tempo le istituzioni tagliavano corto: l’economia ? Per fortuna c’è l’Ilva. E quindi quell’idea di assistenzialismo, pubblico e privato: l’altra faccia dell’inquinamento. Ma all’Ilva i lavoratori sono in contratto di solidarietà. Il futuro – inutile nasconderlo – va verso uno stabilimento più piccolo, con meno occupati, fino alla sua fine naturale (non lontanissima). Crollano così quelle «cattedrali nel deserto», altari dell’industrializzazione fallita. O diventano prigioni in cui restano in «ostaggio» uomini e futuro. Per quanto tempo ancora?

Fulvio Colucci

20131020-182033.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...